Prestiti INPDAP tabelle 2017, in che modo avere un prestito

Prestiti INPDAP tabelle 2017, un modo sperimentato e agevole per avere un prestito.

Ci sono tantissime possibilità di avere un prestito sul mercato, e alcune di queste sono decisamente favorevoli. Ci si può rivolgere a banche, a istituti di credito e, se lo desideriamo, anche a persone private, perché no. A patto che si seguano modalità di dazione e restituzione che siano compatibili con la legge, ovviamente.

prestiti inpdap tabelle 2017

Prestiti Inpdap e le nuove tabelle 2017.

Tuttavia i dipendenti pubblici, almeno fino a qualche anno fa, sono sempre stati dei privilegiati nell’ottenere dei prestiti, sia perché hanno sempre avuto la fondamentale garanzia di uno stipendio comunque assicurato, sia perché hanno potuto usufruire di tassi di interesse particolarmente favorevoli, e in generale anche modalità di restituzione favorevoli.

Non tutti i dipendenti pubblici, ovviamente, ma certamente una gran parte di essi. In questo solco favorevole, dopo che nel 2012 l’Istituto Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica (INPDAP) è confluito nell’Inps, possiamo considerare anche i prestiti Gestione dipendenti pubblici ai lavoratori e pensionati iscritti alla gestione ex INPDAP. A tal proposito sono state elaborate delle tabelle che si riferiscono ai prestiti erogati direttamente dall’ente previdenziale, e finanziati per mezzo del Fondo Credito.

Le tavole per il calcolo sono riferite ai piccoli prestiti e ai prestiti pluriennali diretti, e non riguardano i prestiti pluriennali garantiti, che riguardano finanziamenti erogati da banche e altri istituti in convenzione. Per quanto riguarda i prestiti INPDAP, tabelle 2017, questi vengono rimborsati attraverso la cessione del quinto. Sia che si tratti di stipendio vero e proprio, sia che si tratti di pensione. Ne consegue che il rateo mensile di restituzione, al massimo può essere pari al quinto dello stipendio o della pensione.

In questa maniera i lavoratori interessati, possono ottenere denaro in maniera relativamente veloce, da utilizzare per le più svariate necessità. Sia che si debba acquistare del mobilio, o un’autovettura o per qualsiasi altra spesa o esigenza, questa modalità garantisce un percorso abbastanza rapido.

Nei prestiti INPDAP tabelle 2017, possiamo consultare queste voci: il numero delle rate, l’importo del debito rimanente, l’abbuono del fondo di garanzia, il debito residuo netto, il tutto in funzione dell’età del richiedente.

Per quanto riguarda infine il modo più veloce di consultazione di tutte le modalità riguardanti il prestito, il consiglio è, come al solito, di fare una rapida ricerca su Internet.

In rete ci sono diversi siti specializzati che si occupano della problematica, fra cui il sito ufficiale dell’INPDAP. Qui è possibile anche scaricare le tabelle dell’anno in corso in formato PDF.